Strisce di pollo alla melagrana

Silvia Ferri Blog, il piacere di mangiare sano, Secondi Leave a Comment

Ingredienti per 4 persone:

  • petto di pollo 720 g
  • melagrana(circa 2 intere) 700 g
  • farina 00 60 g
  • olio extravergine d’oliva 60 g
  • pepe nero q.b.
  • sale fino q.b.
  • insalata mista 100 g

Preparazione:

Per preparare le strisce di pollo alla melagrana iniziate dalla pulizia del petto di pollo. Eliminate il grasso¬†ed i tendini, apritelo a met√† ed asportate anche l’osso centrale e la cartilagine. Dividetelo ora in due parti.

Tagliate ciascuna parte in lunghe striscioline della larghezza di mezzo centimetro che potete riporre in una ciotola. Tagliate i melograni a metà e sbucciateli, sgranando i chicchi. Abbiate cura di eliminare le parti gialle e le bucce perché molto amare. Tenete da parte i chicchi di mezza melagrana per la decorazione finale.

Versate i chicchi di melagrana in un passaverdure e raccoglietene il succo in una ciotolina. Lasciate una piccola parte di succo per sfumare il pollo in cottura ed il restante trasferitelo nella ciotola con le strisce di pollo affinché questo possa macerare. Coprite la ciotola con pellicola alimentare trasparente e lasciate marinare per almeno 40 minuti in frigorifero.

Trascorso il tempo fatelo scolare in un colino a maglie strette. Poi trasferitelo in un vassoio foderato con carta assorbente e tamponatelo con carta da cucina.

In una padella antiaderente scaldate l’olio; intanto infarinate accuratamente il pollo¬†e versatelo nella padella con l’olio scaldato. Fatelo scottare a fiamma vivace 2-3 minuti. Poi aggiungete il succo di melagrana che avete tenuto da parte¬†e lasciate sfumare.

Spegnete il fuoco e unite i chicchi di melagrana interi. Infine prendete un piatto e disponete un letto di insalatina mista precedentemente lavata e ben asciugata sui cui potete adagiare le striscioline di pollo. Le strisce di pollo alla melagrana sono ora pronte per essere gustate!

Vuoi seguire #IlPiacereDiMangiareSano ed avere un tuo Piano Alimentare Personalizzato?  Contattami trovi i miei riferimenti qui


(fonte: ricette.giallozafferano.it)

Lascia un commento